Menu
Muro

Raccolto 2019

Si può pensare che dopo un’annata spettacolare come il 2018 la natura si voglia prendere una pausa. Sbagliato! Il 2019 è stato un anno difficile, ma altrettanto eccellente.

La vendemmia rimane un processo molto delicato, soggetto alle avverse condizioni meteorologiche, tra cui le temperature instabili e le precipitazioni inaspettate. Questo rende ogni annata imprevedibile e unica nel suo genere. 

Quest’anno, infatti, dopo il germogliamento precoce dovuto alle temperature miti di marzo e aprile, si è verificato un ritardo nella fioritura dovuto al calo di temperature avvenuto durante il mese di maggio. L'estate è stata di nuovo molto calda, purtroppo con un'umidità elevata. Il lavoro manuale però ci ha permesso di tenerere tutto sotto controllo.

La vendemmia è iniziata nella seconda settimana di settembre con uve bianche come lo Chardonnay e il Pinot Bianco. L’apice della raccolta, però, è stata poco dopo con il Pinot Nero ed è terminata verso la fine di ottobre, con la raccolta dei vitigni che crescono in alta quota (900m) come il Sauvignon Blanc.

Anche se i presupposti sembravano davvero perfetti, il nostro metodo prevede di prendere in mano e controllare con accuratezza ogni grappolo; le bacche poco mature o compromesse vengono eliminate. Quest'anno sopratutto per il Pinot Nero è stato necessario un meticoloso lavoro di selezione. Ancora una volta ha dimostrato di essere la varietà più esigente.

Siamo convinti della qualità dei vini in cantina: l’alternarsi di giornate calde e notti fresche risulta particolarmente favorevole per conferire ai vini freschezza e aromi intensi.

In questo momento non vogliamo sbilanciarci troppo su come saranno i nostri vini. Tuttavia, il nostro istinto ci dice che il 2019 potrebbe essere un'annata eccezionalmente buona che si sposa bene con lo stile fresco dei nostri vini.

A proposito: lo sapevate che il 70% dei nostri vigneti si trova sopra i 500 metri sul livello del mare? Ecco perchè i nostri vini sono espressione di chiarezza e linearità. Grazie al clima fresco raggiungono intensità, finezza e una particolare identità.

Augurandoci che il 2019 sia una grande annata, brindiamo al vino che sarà!

Oro
Muro
Torna alla lista